Fondazione Sant'Ignazio
via Delle Laste, 22 - 38121 Trento
facebookTwitterGoogle+

Tanti Auguri dalla Fondazione Sant’Ignazio

23 Dic 2017

Lasciatevi attirare dalla tenerezza di Gesù Bambino, nato povero e fragile in mezzo a noi, per darci il suo amore. Questo è il vero Natale.
(Papa Francesco)

Care amiche e cari amici,

i nostri tempi ci hanno abituati a non stupirci più di nulla: le novità non ci spiazzano. Abbiamo fatto il callo alle innovazioni tecnologiche che nell’immediato ci sembrano inverosimili ma che il giorno dopo fanno già parte del nostro stanco quotidiano.

Abbiamo anche fatto il callo alle notizie drammatiche, alle morti ingiuste, agli attentati, agli sconvolgimenti del creato che vediamo sempre più avvicinarsi alla finestra della nostra casa. Abbiamo imparato a incassare con un misto di rassegnazione e di paura, di intorpidimento che ci fa andare avanti a spinta, in folle, privi di forza motrice.

Abbiamo fatto il callo anche al Natale, alle sue luci, a quelle dei mercatini, allo spreco ed alla dissipazione dei doni, alla miriade degli auguri stanchi, come da copione. Ma quello che è peggio è che rischiamo di fare il callo anche al presepio, al fatto che Dio abbia scelto per madre una vergine, e vergine anche dopo il parto!, preferito una mangiatoia ad una culla, i pastori agli amici, gli stranieri agli zii venuti da lontano, la prospettiva, fin da subito, che è decisamente meglio perdere la vita che tenersela per sé.

Amici non facciamoci incastrare, solleviamo la testa, ne va del senso della nostra vita, apriamo gli occhi, la notte di Natale, ed evitiamo i calli. Auguri

p. Alberto Remondini SJ e il Consiglio della Fondazione

 

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni