Fondazione Sant'Ignazio
via Delle Laste, 22 - 38121 Trento
facebookTwitterGoogle+

Il saluto della comunità dei gesuiti di Trento

Venerdì 29 settembre si è celebrata a Villa Sant’Ignazio di Trento l¹Eucaristia di congedo della comunità dei gesuiti, presieduta dal vescovo, mons. Lauro Tisi ed alla presenza di più di 200 persone che poi si sono ritrovate per un saluto cordiale e caloroso attorno ai padri Livio, Mario, Leone ed Alberto. Questo il saluto espresso durante la Messa a nome della Comunità:

 

Caro Don Lauro,

cari confratelli della comunità dei gesuiti di Trento, cari amici tutti che avete voluto essere qui questa sera per ringraziare con noi il Signore del dono che ci ha fatto di farci incontrare, di incrociare le nostre esistenze, di diventare amici, ma anche di condividere e partecipare la nostra passione apostolica per questo territorio, questa chiesa e questa città.

Credo che sia oramai chiaro a tutti che lo scioglimento della nostra comunità religiosa non verrà a pregiudicare la nostra missione e tanto meno la nostra passione apostolica.

 

Le comunità religiose dei gesuiti sono ad missionem, cioè sono strettamente legate alla realizzazione del regno di Dio in un determinato territorio. I gesuiti sono chiamati a vivere insieme per realizzare questa missione. La chiusura della nostra comunità perciò non rappresenta la fine di questa missione ma costituisce piuttosto un impegno nuovo e diverso, che coinvolge tutti voi, ad essere presenti in questo territorio, per la realizzazione di quello che Livio con tanto anticipo e tanta profezia aveva intravisto fin dagli anni 70.

 

Addirittura potremmo dire che la chiusura della comunità porrà domande e sfide più a voi che a noi. Noi, almeno tre di noi, continueremo ad essere presenti con l’impegno ad accompagnare i processi di trasformazione di crescita, p. Livio animando i tempi forti dell¹Avvento e del Natale, della Quaresima e della Pasqua, Mario ed io proseguendo il nostro impegno di animazione dell¹opera dei gesuiti a Trento, la Fondazione sant¹Ignazio.

 

Don Lauro ci ha ricordato più volte che l’assenza della comunità religiosa rappresenterà una grande opportunità per la comunità dei laici di fare un passo avanti, di assumere maggiori responsabilità. Per questo motivo e con forza in questo momento chiediamo a voi di accompagnare noi gesuiti ad essere diversamente presenti a Trento, più vigili, più attenti, più sensibili ai cambiamenti e ai segni che il Signore nella sua bontà vorrà continuare a mostrarci, stimolandoci con nuove sfide. Un piccolo passo indietro noi lo faremo, anche per permettere a voi un ulteriore passo in avanti, ci impegneremo a non rallentare il vostro slancio, a non frenare la vostra creatività.

 

Vi staremo accanto, vi accompagneremo, come gli esercizi ci insegnano, perché voi diventiate sempre più i protagonisti, lieti di avervi compagni della missione per la costruzione del Regno di Dio e della sua giustizia. Davvero grazie a tutti

pp. Livio, Mario, Leone e Alberto

Chiudi notifica

Gesuitinetwork - Normativa Cookies

I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e a ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del nostro sito. Qui trovi maggiori informazioni